Non c’è progresso nella soluzione dei disagi psicologici e dell’infelicità senza un dialogo diretto con il tuo inconscio emotivo: questo dialogo costituisce insieme, la caratteristica esclusiva del Life Coaching Analogico e il metodo più veloce e immediato di individuazione prima e di soluzione poi dei problemi sul tappeto, quelli, come detto, che ti rendono infelice.

Niente interpretazione dei sogni, niente libere associazioni, niente conversazioni infinite per ore infinite: solo un dialogo diretto e immediato con la tua parte più intima e preziosa, quella che fino ad ora e a tua insaputa, nel bene e nel male, ha governato la tua esistenza!

Nello specifico, per realizzare il dialogo con l’inconscio, l’Analogista procede prima a una sua sensibilizzazione e poi a porre domande dirette ma chiuse (codice del sì e del no) alla persona che non risponderà con le parole ma semplicemente lascerà all’inconscio emotivo l’incarico di rispondere attraverso ben codificati segnali di comunicazione non verbale. Il gesto di gradimento che l’inconscio esprime significherà “si”, il gesto di rifiuto significherà “no”.

In questo modo si aprirà un vero e proprio dialogo che consentirà di arrivare alle cause remote del problema denunciato che, per legame analogico, si manifesta ancora nel presente. Non si tratta di una semplice rievocazione storica dei fatti, che avrebbe un significato solo razionale: l’obiettivo è rivivere quegli episodi con il carico emotivo che si portano dietro per decomprimere le esperienze dolorose del passato.

Quando avrai acquisito un po’ di pratica e di equilibrio scoprirai un alleato sicuro e fidato a cui rivolgerti per decidere su aspetti importanti della tua vita: perché non ascoltare anche il suo parere oltre quello che ti forniscono la tua razionalità e la tua riflessione?